Lehnswesen im Alpenraum / Vassalli e feudi nelle Alpi

22 (2013), 1

Curatori

Giuseppe Albertoni / Jürgen Dendorfer

Abstract

Negli ultimi decenni il dibattito sul feudalesimo, in particolare nella sua accezione storico-giuridica, si è riaperto. Diversi studi, infatti, hanno dimostrato come le pratiche attorno a vassalli e feudi fossero più complesse di quanto un tempo creduto e come, soprattutto, fossero assai differenziate a livello temporale e spaziale. In particolare è stata posta in risalto l’importanza del XII secolo nella definizione di un nuovo diritto feudale. Per comprendere questi cambiamenti, può essere utile analizzare l’area alpina, nella quale si incontrarono tradizioni diverse provenienti dal regno di Francia, dal regno italico, dalla Borgogna e dall’ambito germanico dell’Impero. Proprio a quest’area è dedicato il nuovo numero di “Storia e regione – Geschichte und Region”, che analizza in particolare il ruolo del vassallaggio tra X e XIII secolo nei territori dei vescovi di Bressanone, Trento, Torino e dell’abbazia di St. Maurice d’Agaune.

Abstracts

``` [La risposta di Assunta Esposito alla recension di Andrea Sarri](/news/index/183) ```

Lehnswesen im Alpenraum / Vassalli e feudi nelle Alpi

,

# Aufsätze / Contributi

# Forum

Rezensionen / Recensioni

„Rote milben im gefieder“. Sozialdemokratische, kommunistische und grün-alternative Parteipolitik in Südtirol
... und träumte, ich wäre frei. Eine Tirolerin im Frauenkonzentrationslager Ravensbrück. Erinnerungen an Widerstand und Haft 1938–1945
Stampa cattolica in Alto Adige tra fascismo e nazismo. La casa editrice Vogelweider-Athesia e il ruolo del canoncio Gamper (1933–1939)
(Hg.)
Die Marketenderin. Frauen in Traditionsvereinen

Anhang / Allegati